Condividi:

facebook twitter linkedin google email
C'era una volta Argenta
Autore: Giancarlo Bersani
Dati: 2009, p. ill. 315
Editore: Edisai srl
Prezzo: € 28,00

Illustra con immagini le vicende millenarie di Argenta con una raccolta di fotografie, risalenti anche all'Ottocento e in parte inedite, dedicate alle chiese, alle vie, alle piazze, ai personaggi illustri; esse ci aiutano a ripercorrere nei secoli le vicende che costituiscono il patrimonio storico di questa città.

La battaglia dell'Argenta Gap
Autore: Rino Moretti
Dati: 2005, p. ill. 388 - with an english summary
Editore: Mursia - Collana Testimonianze fra cronaca e storia
Prezzo: € 5,00

La guida descrive in sintesi la battaglia dell'Argenta Gap, 1/19 aprile 1945; completano la guida informazioni turistiche che conducono il visitatore che volesse recarsi sui luoghi in cui essa si è svolta , è proposto un itinerario che parta da S. Alberto e percorre i luoghi più significativi della battaglia.

La stretta di Argenta
Autore: AA.VV.
Dati: 1997, p. ill. 190
Curatore:Bacci, Gandini, Modonesi
Editore: Guaraldi/Gu.fo edizioni
Prezzo: € 10,00

La stretta di Argenta: così gli alleati definivano l'unico varco percorribile tra le Valli di Comacchio e il corso del fiume Reno, in vista dell'ultima offensiva della seconda Guerra Mondiale sul teatro italiano. In questo scenario si svolgono le storie personali - autentiche ed avvincenti - dei 6 uomini in guerra: due partigiani, due marines inglesi, un pilota sudafricano, ed uno studioso antifascista. Il libro ha caratteristiche narrative, attraverso la quali la veridicità delle vicende nulla toglie al clima romanzesco ed all'intensità delle emozioni descritte.

Filo, la nostra terra
Autore: Agide Vandini
Dati: 2004, p. ill. 396
Editore: Edit Faenza
Prezzo: € 20,00

Il libro è il risultato di una lunga ricerca storico-folcloristica dedicata alla riscoperta del nostro territorio; visto, sia nella sua originalità, sia nel più ampio contesto regionale e generale. E' forse storia minore quella dell'antica Riviera di Filo ma essa ben rappresenta il travaglio di tante piccole comunità basso-romagnole. Ha come motivo conduttore una forte aspirazione alla conquista e difesa della terra, risorsa in grado di assicurare migliori condizioni di vita ad una popolazione costretta per secoli a trafugare ciò che la natura ha donato: sale e anguille. Il territorio, che in età medievale è una striscia rivierasca lungo il Po di Primaro, si trasforma dal XVIII sec, in estesa campagna dopo una grandiosa opera di risistemazione idraulica e di prosciugamento delle paludi. In queste campagne si lotterà per il riscatto delle classi povere. Il quadro storico folcloristico, è corredato da una parte dedicata al mondo popolare, usi e costumi, e tradizioni che accomunano queste genti a tutto l'entroterra basso-romagnolo

Sotto l'ombra di un bel fior... La storia di sei partigiani filesi sui monti della Romagna nelle fila della 36a Brigata Garibaldi
Autore: Agide Vandini
Dati: 2005, p. ill. 74
Editore: Edit Faenza
Prezzo: € 7,00

Il libro narra la storia di sei partigiani filesi, partiti nella primavera del 1944 dai campi della bassa pianura e saliti sui monti dell'Appennino Tosco-Romagnolo a combattere tedeschi e fascisti. Tre di essi non tornarono più. Questa percò è anche la storia di una formazione partigiana, la 36a Brigata Garibaldi "A. Bianconcini"; sullo sfondo la storia emblematica di un piccolo paese della "bassa", di un "filo rosso" che ha ispirato per anni le sue lotte per la giustizia sociale, di una fede e coraggio che comportò purtroppo tremende persecuzioni, fino all'estremo sacrificio in nome della Libertà.

La grande guerra e gli anni spezzati
Autore: AA.VV.
Dati: 2001, p. ill. 166
Curatore: Manuela Bonicalzi e Alfio Leoni
Editore:
Prezzo: € 5,00

Racconti, ricordi ed immagini fotografiche che descrivono la "Grande Guerra", i soldati di Longastrino, Campotto e Bando, i cui anni vennero spezzati in una guerra combattuta da molti giovani. Si aggiunge una relazione sui molti lutti provocati dall' epidemia della febbre spagnola e un interessante capitolo dedicato al ruolo e alla presenza dei prigionieri austriaci ed il loro contributo importante sulle bonifiche del territorio.

Il Primo Maggio e le esperienze di Longastrino
Dati: 2000, p. ill. 140
Curatore: Manuela Bonicalzi e Alfio Leoni
Editore:
Prezzo: € 5,00

Le "esperienze di Longastrino", al quale gran parte del libro è dedicata, sono appunto le tappe e la misura di una strada percorsa, ricostruite nel libro soprattutto attraverso le forme associative che il movimento si è dato nella realtà specifica in cui si è sviluppato: dalla Società di mutuo soccorso al collettivo dei lavoratori agricoli, dalla cooperative di lavoro e di consumo alla Casa del popolo. Nel corso di questo cammino si affermano le stesse esigenze che stanno alla base della giornata del 1° maggio: bisogni di organizzazione, di ricomposizione dei mestieri e delle diverse attività produttive, di difesa delle condizioni e della dignità del lavoro, e bisogni di socialità, di "stare insieme", di nuovi spazi di vita e di cultura.

Il delegato del Sindaco e il commissario
Autore: AA.VV.
Dati: 2008, p. ill. 167
Curatore: Manuela Bonicalzi e Alfio Leoni
Editore: Società Editrice "Il Ponte Vecchio"
Prezzo: € 13,00

Una ricostruzione sulle vicende di alcune famiglie longastrinesi che hanno ricoperto un ruolo significativo nella vita politica, economica, associativa del paese a cavallo tra l'ottocento ed il novecento. Il racconto di una saga longastrinese: la famiglia dei Ferretti. La parte più corposa della pubblicazione è costituita dalle memorie di Brandisio Bellocci inviato a Longastrino nel 1926 e che in seguito sposa Celestina Ferretti: le vicende personali si intrecciano con quelle della famiglia Ferretti ed i suoi ricordi coprono gli ultimi anni della seconda guerra mondiale ed il periodo trascorso in prigionia in africa settentrionale. Affiorano descrizioni dettagliate sugli aspetti di vita quotidiana in guerra ed in prigionia; gli scritti autobiografici si sono compenetrati con la ricerca storica a più ampio raggio, contribuendo a render maggiormente ricca di dettagli l'interpretazione delle vicende storiche che hanno segnato la storia d'Italia nella prima metà del ventesimo secolo.

San Biagio d'Argenta (1060-1945) - Storia di un paese tra la Romagna e Ferrara
Autore: Fausto Renzi - in coll. con Roberto Alberani
Dati: 2009, p. ill. 198
Curatore: Manuela Bonicalzi e Alfio Leoni
Editore: Società Editrice "Il Ponte Vecchio"
Prezzo: € 11,00

La trattazione muove dall'antica origine del paese nelle selve remote del Medioevo per approdare al Novecento, a quel tragico 1945 anno della catastrofe e insieme della rinascita. Tra i due estremi, il libro parla dell'antica Riviera di Filo di cui San Biagio era parte, ricorda le tappe principali della storia idraulica del po di Primaro e del reno; racconta le vicende della Bastia dello Zaniolo, la fortezza estense cantata da Ludovico Ariosto.

Catalogo generale del Museo Civico di Argenta
Autore: AA.VV.
Dati: 2008, p. ill. 186
Curatore: Angela Ghinato
Editore: Este Edition
Prezzo: € 20,00

Il Museo Civico di Argenta, realizzato e aperto al pubblico nel 1998, riunisce nella chiesa di S. Domenico la Pinacoteca Comunale, già istituita un secolo prima, e la Sezione archeologica, che porta a conclusione oltre un decennio di ricerche archeologiche condotte dal 1982 al 1993. Il catalogo unico delle due sezioni conduce l'interesse per l'accesso congiunto alle collezione descrivendo le opere ivi esposte. La Pinacoteca propone, in un arco cronologico tra XV e XVIII secolo, opere come la "Decollazione del Battista" di Ippolito Scarsella, detto lo Scarsellino; la "Madonna in trono col bambino tra i Santi Lazzaro e Giobbe" di Benvenuto Tisi detto il Garofalo; il "Terremoto di Argenta" di Camillo Ricci; l'imponente trittico de "La nascita del Battista" di Marco Niccolò Balestri; il polittico di Antonio Aleotti, la "Fuga in Egitto" di Pietro Dulouvier maturato nella scuola del Reni, "Cristo nell'orto" di Domenico Fetti e sculture di vari autori emiliani. La Sezione archeologica comprende i reperti provenienti dai siti indagati nel territorio argentano, dall'alto medioevo all'età moderna, proposti con ricostruzioni di ambiente e delle attività umane.

Alla fine della graffita. Ceramiche e centri di produzione nell'italia settentrionale tra XVI e XVII secolo
Autore: AA.VV.
Dati: 1993, p. ill. 205
Curatore: Sauro Gelichi
Editore: All'Insegna del Giglio
Prezzo: € 15,00

Pubblicazione degli atti del convegno che si svolse il 12 dicembre 1992, presso il convento dei cappuccini di Argenta, dal titolo "Ceramiche e centri di produzione nell'italia settentrionale tra XVI e XVII secolo"; in quella circostanza Argenta contribuiva all'aggiornamento degli studi in proposito perchè aveva portato alla luce con gli scavi del 90 una ingente quantità di reperti ceramici, appartenenti alla produzione locale di ceramica graffita di XVI e XVII secolo; la certezza dell'esistenza di una fornace presso il centro abitato, nell'area dell' ex osteria Corona, inseriva Argenta nel novero dei centri di produzione e di fusione della tecnica e del suo mercato.

La produzione ceramica in Argenta nel XVII secolo
Autore: AA.VV.
Dati: 1992, p. ill. 114
Curatore: Sauro Gelichi
Editore: All'Insegna del Giglio
Prezzo: € 15,00

La produzione della ceramica argentana: il quadro delle ricerche sulle espressioni artigianali, sui modi e le forme che tale attività andò progressivamente ad assumere nel corso del tempo, quale rilevanza ebbe nella storia di Argenta e del territorio, attraverso quali forme materiali si realizzò.

Il tardo Medioevo ad Argenta - Lo scavo di via Vinarola-Aleotti
Dati: 1999, p. ill. 264
Curatore: Chiara Guarnieri
Editore: All'Insegna del Giglio
Prezzo: € 20,00

Il territorio di Argenta è stato oggetto di ricerche archeologiche a partire dagli anni 80, che hanno evidenziato l'importanza di questa cittadina: dagli scavi dalla Pieve di S. Giorgio, del sito di Palmanova, dell'area dell'ex Corona si sono ottenuti informazioni basilari per la ricostruzione della storia di Argenta dall'alto medioevo all'età moderna. Il rinvenimento nel 1993 tra le vie Vinarola e Aleotti di un fossato di più di 30 m di larghezza e oltre 5 m di profondità, volontariamente bonificato in età tardo medievale ha arricchito la storia urbana di un dato che riempie un vuoto di informazioni su questo periodo, povero tralaltro di documenentazione scritta.

Storia e archeologia di una pieve medievale: San Giorgio di Argenta
Dati: 1992, p. ill. 285
Curatore: Sauro Gelichi
Editore: All'Insegna del Giglio
Prezzo: € 20,00

Le vicende storiche della pieve di Argenta, la più antica chiesa di tutta la provincia di Ferrara. Il volume contiene un'approfondita analisi a partire dalla storia dell'edificio e dalle fonti documentarie frutto anche dell importanti campagne di scavi effettuate negli anni '80 (1983 e 1986).

La Padusa e il Sandalo
Autore: Gianni Astolfi
Dati: 2010, p. ill. 48
Editore: Trentini Editore
Prezzo: € 12,00

L'evoluzione idrografica del delta padano è sempre stata strettamente correlata con lo sviluppo degli insediamenti, sorti e spesso scomparsi col tempo, lungo le rive dei nostri fiumi. Uno di questi corsi del Po, che anticamente interessava l'area di Argenta, di Consandolo e dei paesi limitrofi, era il Sandalo. Questo fiume non è stato ben individuato dalla maggior parte degli storici, che hanno riconosciuto come antico solo il ramo che, attraverso il territorio di Gambulaga, Rovereto e Ostellato, scorreva verso la città di Spina.

Giovan Battista Aleotti - Architetto. I disegni dell'album Borromeo
Autore: AA.VV.
Curatore: Costanza Cavicchi
Dati: 1997, p. ill. 271
Prezzo: € 20,00 (incluso cd-rom) / € 5,00 (solo cd-rom)

L'architetto Giovan Battista Aleotti detto l'Argenta (Argenta,1546 - Ferrara 1636 ) rappresenta uno dei personaggi di maggior spicco nel panorama della cultura ferrarese tra 500 e 600. La scoperta, presso l'archivio privato della famiglia Borromeo, di un album di 175 disegni raccolti nell'800 come disegni di Aleotti, aggiunge un importante contributo per la definizione dell'opera dell'architetto argentano e dell' architettura ferrarese del tardo rinascimento.

Giulio Bellini
Autore: AA.VV.
Curatore: Egidio Checcoli, Manuela Graziani, Mario Viviani
Editore: Editrice Consumatori
Dati: 1998, p. ill. 301
Prezzo: € 15,00

Per tracciare una sintesi delle vicende della cooperazione ferrarese nel secondo dopo guerra è necessario parlare di Giulio Bellini. La sua storia personale si svolge e si intreccia con la storia collettiva di un paese, Filo, che dalla Resistenza in poi ha trovato nell'idea e nella pratica della cooperazione un comune destino e una comune identità. Il percorso di vita raccontato da testimonianze, dalla sua storia personale, dalla storia di un territorio.

Nives Gessi. Una vita nella storia
Curatore Barbara Pizzo - Contributi di: Daniele Civolani, Micaela Gavioli, Antonella Guarnieri, Anna Maria Quarzi, Valentina Vecchiattini
Editore: Nuove Carte
Dati: 2015, p. ill. 59
Prezzo: € 8,00

Nata all'inizio degli anni '20 del Novecento da famiglia socialista, in una terra che i fatti hanno inequivocabilmente dimostrato essere fortemente antifascista e attiva anche sul piano delle rivendicazioni in ambito di genere e del lavoro, "la Nives" non poteva immaginare, figurarsi accettare, di subire passivamente le circostanze. La sua è stata una vita nella storia.

Reminiscenze
Autore: Olao Mingozzi
Dati: 2001, p. ill. 471
Curatore: Daniele Bugiù
Prezzo: € 8,00

Una raccolta di testimonianze vissute, di ricordi, un diario di eventi realmente accaduti, di riflessioni, racconti, ricordi, poesie, ricerca sul dialetto argentano; un saggio sui lavori che si eseguivano in casa, in valle, nei campi, un saggio sui giochi dei bambini, sulle attività che svolgevano per gioco; un saggio che descrive l'ambiente ed il modo di vivere degli argentani negli anni del periodo che comprendono le due guerre. Un saggio, un testo educativo, un atto di amore per la sua valle, la sua città, la sua gente.

Scritti di Don Minzoni
Dati: 2011, p. ill. 148
Curatore: Nicola Palumbi
Editore: Diabasis
Prezzo: € 15,00

Quest'opera nasce per volontà dell'Associazione don Minzoni, presieduta dal sindaco di Argenta, Antonio Fiorentini, e composta dai Comuni di Argenta e Ravenna, dalle Province di Ferrara e Ravenna, dalla Parrocchia, dal Centro Studi Cristiani don Minzoni e dall'Istituto di Istruzione Secondaria “Aleotti – Don Minzoni” di Argenta. L'Associazione è attiva dal 2003 con l'obiettivo di tenere vivo il messaggio educativo di don Giovanni Minzoni (1885-1923), sacerdote amico dei giovani, "martire per la libertà di educare". A detta del curatore, Nicola Palumbi, "[...] avevo notato che, oltre [al più noto] Diario, esistevano altri scritti. Diversi per genere e lunghezza, ma sempre di notevole interesse.". Ed è così che questa raccolta spazia dalla Tesi di Laurea di Apologia di Don Minzoni, agli appunti per interventi pastorali, fino ad alcuni scritti commemorativi.

Pagine dal Diario di Don Minzoni
Dati: 2003, p. ill. 94
Curatore: Nicola Palumbi, Marzia Ambra Felletti, Graziella Penazzi
Prezzo: € 3,00

Raccolta pubblicata in occasione delle celebrazioni dell'80° anniversario della morte di D. Minzoni. Pagine che ripercorrono alcuni momenti della sua vita, della sua storia; un sacerdote educatore e un uomo coraggioso, che afferma l'antifascismo e soprattutto crede nella libertà di educare. Non per vincere sull'altro, ma per vincere per l'altro.La pubblicazione di una lettera che egli stesso scrisse poco prima dell'assassinio, forse al segretario locale del Fascio, ci dice, meglio di qualsiasi ragionamento il perché fu ucciso.

La strada dei mille errori. Storia illustrata di Don Giovanni Minzoni.
Autore: Gianfranco Vanni, Nicola Palumbi
Dati: 2003, p. ill. 48
Prezzo: € 6,00

La storia del parroco di Argenta, ucciso la sera del 23 agosto 1923 da due sicari fascisti. Una storia raccontata ed evocata per immagini, una narrazione visiva della storia, tramite il fumetto.

Giovanni Mesini, a vent'anni dalla morte
Dati: 1990, p. ill. 309
Prezzo: € 12,00

Atti della giornata di studio; Ravenna, 8 Maggio 1989.
La società cooperativa, denominata "Centro Culturale Giovanni Mesini", accogliendo richieste pervenute anche da altre parti, ha ritenuto doveroso provvedere, con questo libro, alla pubblicazione degli atti della " giornata di studio", tenutasi l'8 maggio 1989 a Ravenna, nel ventennale della morte di Mons. Giovanni Mesini. In esso sono raccolte le relazioni e gli interventi previsti dal programma redatto dall'apposito Comitato promotore; e tutti sono stati svolti da qualificati studiosi o da personalità che hanno conosciuto bene Mons. Mesini ed il valore della sua attività, come insigne cultore di Dante, come protagonista della vita culturale della città di Ravenna, come appassionato tutore dei suoi celebri monumenti, come educatore e sacerdote.

Pellegrinaggi, Crociate, Giubilei Ferrararesi - secoli XI-XVI
Autore: Antonio Samaritani
Dati: 2000, p. 229
Editore: Corbo Editore
Prezzo: € 18,00

Il testo di mons. Samaritani affronta l'argomento con una precisione storica formidabile, fornendo un quadro insolito ad approfondito della realtà medievale del pellegrinaggio nel territorio del ferrarese. Ferrara non si trovava né sul tracciato della via Francigena, né su quello della via Emilia, né, infine sulla strada Popilia-Romea, ma tuttavia era collegata con Roma, e quindi alla Palestina attraverso l'antica via Appia-Traiana che arrivava ai porti pugliesi per la via del Brennero-Venezia-Po grande che a Ferrara inseriva a Bologna (via Sacerno e Sala Bolognese) o alla paralitoranea Romea (a Pomposa) per mezzo delle vie d'acqua del Volano e del Primaro. Partendo dal famoso testo degli Annales Stadenses, numerose sono le testimonianze di pellegrinaggi con tappa a Ferrara per il periodo precedente la prima celebrazione del giubileo cristiano indetto da papa Bonifacio VIII. Il libro conduce per mano con un linguaggio semplice ma approfondito il lettore lungo il "cammino" dei viaggi santi.

La storia di Ferrara a fumetti
Autore: Disegni di Gianfranco Vanni - Testi di Dino Tebaldi e G. Vanni
Dati: Fumetto - 52 p. a colori
Editore: Trentini Editore
Prezzo: € 12,40

La storia può diventare intrigante, avventurosa e facile se narrata attraverso un fumetto, per questo nasce l'elegante volume cartonato di "La storia di Ferrara a Fumetti".
Anagrafica dell'Ente
Comune di Argenta
Piazza Garibaldi 1
44011 Argenta (FE)
Tel. 0532.330.111- Fax 0532-330.217
Cod. ISTAT 038/001
Partita I.V.A. 00108090382
Codice Fiscale 00315410381
municipio@pec.comune.argenta.fe.it

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti poiché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0 - Mobile friendly

Crediti
La gestione di questo sito è a cura della redazione del comune di Argenta
Responsabili del sito, policy e privacy alla sezione note legali
Pubblicato nel marzo del 2015
Realizzazione sito Punto Triplo Srl
Area riservata